[XT660Z] Clacson originale moscio: idea di modifica

Ho avuto recentemente diverse esperienze di totale ‘trasparenza acustica’ da parte degli automobilisti a velocità autostradali, nonostante il rumore di ferraglia e il monoscarico dominator semistappato.

In un paio di occasioni, come non mi era mai successo, la cosa è stata preoccupante e quindi ora da casa sto cercando una soluzione. Ho cercato in giro per il web, qualcosa c’è.

Leggi tutto “[XT660Z] Clacson originale moscio: idea di modifica”

Pozzis – Samarcanda, il viaggio dell’eremita in Harley

Un viaggio di quelli che rientrano tra i miti dell’avventura motociclistica, verso Oriente, forse una scusa per un viaggio più importante, un viaggio interiore, ripercorrendo la strada della memoria, il percorso contorto dAlfeo Carnelutti, da tutti conosciuto come “Cocco”, 73 anni, un eremita che vive a Pozzis, piccolo paese friulano.

Leggi tutto “Pozzis – Samarcanda, il viaggio dell’eremita in Harley”

[2017] Turchia, Grecia, Bulgaria, Macedonia, Kosovo, Albania, Montenegro

Indubbiamente  un bel giro, molto vario e ricco di posti notevoli.  Piuttosto originale sul percorso, dal punto di ‘ingresso’ a quello d’uscita e le varie tappe, ambizioso e serrato per il tempo a disposizione. Alcuni elementi  particolari: il Kosovo, in genere ‘un buco’ da evitare nei balcani che si rivela una scoperta, i bellissimi Rodopi in Bulgaria, la situazione politica in Turchia che faceva pensare a turbolenze, assolutamente ‘invisibili’ sul posto, un paio di isolette tra Turchia e Grecia, da annoverare.

Viaggio che parte da Bari > Bar Montenegro, con prevista salita direttamente nel Vermosh Albanese. Il tempo inclemente ci ha costretto (per evitare la pioggia) a deviare a sud per Scutari per poi rientrare, ovvero risalire dalla frontiera Hani i Hotit, percorrendo dall’inizio la famosa SH20, attualmente asfaltata e godibilissima.
Il grande canyon è stato percorso tra pioggia e freddo, in un clima pre invernale ma dal grande fascino. Un luogo bellissimo, Albania che conferma la sua ‘unicità’. Percorsa l’intera valle del Vermosh, siamo entrati in Montenegro dalla frontiera di Guci, Plav e poi per forza di cose Rozaje e quindi ingresso in Kosovo dalla frontiera di Mali Zi. Il giro da Rozaje è stato inevitabile, data la chiusa della frontiera montana di Čakor.
Prima sosta Kosovara a Peje, dalla quale, la mattina dopo siamo giunti a Prizren, cittadina gradevole, con ponti e moschee…
Attraversamento della Macedonia, montano e gradevole paesaggisticamente: da Skopje a Strumica, fino al confino bulgaro a Novo Selo. L’ingresso in bulgaria notturno, con in più una certa stanchezza ha contribuito ad una rocambolesca ricerca dell’albergo, tanti km al buio e nel nulla, zero indicazioni utili… La storia va raccontata: prenotato con booking al volo, direttamente in frontiera e letteralmente al buio, non è stato raggiunto per impossibilità di reperire indicazioni precise gps o da segnaletica stradale. Alla fine era piuttosto vicino ..(vedi mappa, Kaolarovo) ma lo sconforto generale dopo tanti e infruttuosi km al buio, c’ha fatto optare per un giro incredibile fino a Sandanski dove il gps dava per certo l’hoter Erossss, dove poi abbiamo ben mangiato e pernottato.
Il giorno dopo, inizio del bellissimo percorso tra i monti Rodopi versante bulgaro: il mondo incantato di Kovachevitsa, i laghi Dospat, Shiroca Poliana, Goliam Beglik, Batak…

 

Leggi tutto “[2017] Turchia, Grecia, Bulgaria, Macedonia, Kosovo, Albania, Montenegro”

[2017] Dolomiti lucane, Murgia materana, Pollino, Sila e Aspromonte

Anche questa volta trattasi di viaggio quasi last minute di fine estate…evidentemente il dover concentrare tutto in una settimana, ottimizzando, spreme il meglio delle mie capacità da ‘motodreamer’, esagerando. La solita voglia di ‘vedere tutto il possibile’. In più, presunte, nefaste attività atmosferiche sulle Dolomiti, prima meta del viaggio, costringono me e il mio amico Vincenzo, a rimodulare il tutto per un’alternativa a sud, molto più a sud…parecchio a sud.

Da qui nasce questo gran bel viaggio, complesso e variegato

Leggi tutto “[2017] Dolomiti lucane, Murgia materana, Pollino, Sila e Aspromonte”

[2016] Spagna e Portogallo

Il viaggio nasce dalla rimodulazione/rinuncia al viaggio in Tunisia, previsto per ottobre.
Cercando un alternativa tra Sardegna e Spagna, il buon Galba, che ha già aveva dato ampiamente in Spagna e varie, mi asseconda sulla seconda meta (per me nuova) e nel giro di poche settimane, si parte
Un viaggio con alcune caratteristiche degne di essere citate:
il meteo, ovvero confermato il mio gran culo nel beccare il bel tempo, nonostante Galba, detto rain man :tongue09:  (tra l’altro già esorcizzato in Albania)
il gruppo, ovvero due solitari incalliti che riescono a fare una discreta esperienza insieme
l’avventura e il deserto, beccando alcune tratte off road e due splendidi deserti veri
Le cime più alte di Spagna e Portogallo a vista (la seconda quasi…)
Le tante cose viste in pochi giorni e tanti km (dal 14 al 23 ottobre 2016, 10 giorni, da casa a casa, compreso traghetto, 8 effettivi, circa 3500 km)
Inizialmente il viaggio era previsto come una veloce salita  a nord per poi compiere il giro passando per un ipotetico percorso tra le città del cammino di Santiago, per poi entrare in Portogallo, Oporto  e tagliare per Madrid/Saragozza. Il meteo (previsto/paventato dai vari siti)  ci ha fatto rimodulare last minute il tutto, scegliendo un giro a sud in linea di massima, senza una particolare pianificazione. Il meteo poi è stato sempre buono, caldo a sud (e freschetto per altitudine tra Salmanca e Saragozza) e comunque senza piogge anche sulla zona a nord atlantica (che avremmo dovuto fare).
Arrivati a Barcellona dopo il solito viaggetto abbastanza noioso di un giorno e il solito ritardo, con un bel 4 stelle (a 25 euri a cranio) prenotato a 20km dalla città, si va in centro sul lusco e brusco con le moto e si fa un bel giro tra le tante cose belle da vedere.

Leggi tutto “[2016] Spagna e Portogallo”