Deserti d’Europa

Nel cercare informazioni di luoghi desertici visitati e ancora da vedere, ci si imbatte subito in un ‘equivoco’: per deserto cosa intendiamo?

Naturalmente in moto si pensa ad un posto arido, solitario…comunque affascinante ma c’è una distinzione da fare tra area desertica con caratteristiche ben precise e luoghi sabbiosi più o meno costieri, ricchi di dune. 

Wikipedia ci fa subito una paginetta… https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Deserti_dell%27Europa

…e scopriamo ad esempio che in Francia viene annoverato come luogo desertico, Agriates, in Corsica, posto magnifico le ho attraversato per arrivare alla famosa spiaggia della Saleccia….

Leggi tutto “Deserti d’Europa”

Garmin Nuvi 500 510 550 Zumo 220 differenze e recensione matura

Ho scritto molto su questo navigatore gps, ipx7 impermeabile, da moto, barca e off road, sin dal 2010, quando l’ho utilizzato per la prima volta in un viaggio in Tunisia. Ne ho avuti tre, usandoli in vari viaggi e facendoci sopra vari esperimenti.

Si presta bene all’uso in moto essendo impermeabile, molto robusto e ben costruito con ottimi materiali. Posso dire che è fatto per durare, avendoli strapazzati per bene. Le altre due grandi prerogative sono la possibilità di utilizzare rotte e tracce caratteristica utile per seguire percorsi anche in fuoristrada e le mappe OSM (Open Street Maps) gratuite, sempre aggiornate che coprono anche paesi sperduti e le relative Topografiche, con off road e sentieri.

Navigatore che oggi ha qualche anno sul groppone ma che con le caratteristiche di cui sopra, su tutte, le mappe sempre disponibili, ha ancora molto da dire.

Leggi tutto “Garmin Nuvi 500 510 550 Zumo 220 differenze e recensione matura”

[2019] KAT 3 Dolomiti

Un viaggetto last minute senza autostrade, senza soste, …ma con tanto stress moto (primo viaggio test della bmw 850 rt)  e pilota :)

Lunedì mattina alla buon’ora, parto dalla mia seconda base vicino Roma per arrivare dopo qualche ora all’albergo Lago Verde, vicino Pennabilli, in Alta valmarecchia,  parte della zona del Montefeltro…scopro ora che li sopra c’è un monte simile alla Tavola di Jugurta tunisina…il Sasso di Simone….

Col fresco faccio strade che conosco abbstanza bene, in piena collina, percorse quelle tante volte che sono stato in Umbria… Rieti, Terni e poi da li in genere Spoleto..ma questa volta Perugia sulla E45 piena di lavori. Dopo San Sepolcro, si sale in collina attraversando campi e piccole frazioni, casette e scorci di vita rurale.

L’albergo Lago Verde ve lo consiglio: immerso in un bosco, piscina con bar…cucina molto genuina. Conduzione familiare, relativamente spartano, prezzi modici. Tagliata di manzo al sale, insalatina e birra bordo piscina ..e la sera…..le tagliatelle (fatte in casa) al ragù…imperdibili

La moto va benone, è molto comoda…faccio questi 300km senza ‘autostrade’ almeno a pedaggio, in scioltezza senza fermarmi e tra l’atro ho ancora molta benzina nel serbatoio. Vado ad andatura turistica sul dritto e di studio, sul misto. Mi accorgo che non è solo una questione di fiducia, lasciarla andare ‘da sola’, farla scorrere ma è lo stile di guida di questa moto. Va portata in scioltezza, senza pensare molto al grip, al trasferimento di carico in frenata. E’ molto bilanciata e neutra con questi para telelever; la frenata combinata poi, dove freni, freni bene. Ovviamente questo il primo approccio su strade abbastanza conosciute e ad andatura medio bassa.

https://goo.gl/maps/5ruzByE1cg3gbo997

Continua….

Leggi tutto “[2019] KAT 3 Dolomiti”

[XT660Z] ToolTube Idraulico, porta attrezzi shqiperia style

Si tratta di un porta attrezzi molto comodo che si installa sfruttando lo spazio laterale che si crea, togliendo la marmitta (lo scarico originale) ed utilizzando un solo terminale. Ce ne sono diversi commerciali ma il fai da te è quello che in genere da più soddisfazione. Ad oggi questo tool tube ha percorso circa 30mila km di viaggi, in tutte le condizioni possibili, senza muoversi, contenendo grasso per la catena e alternatamente, WD40 o bomboletta ripara gomme, nonché una federa usata di un cuscino da salotto a mo’ di sacca con funzioni di straccio da lavoro che consente, tra l’altro, di sfilare semplicemente tutto il contenuto dal tubo.

Il tubo designato per il tool box si presenta alto circa un metro, grigio, ha le due stremità svasate e munite di guarnizione. Quindi è di ottima fattura. E’ stato tagliato a misura ad una estremità dove per chiudere ho utilizzato il manicotto in foto (acquistato insieme) stesso tipo, molto ben fatto con le due guarnizioni.

Leggi tutto “[XT660Z] ToolTube Idraulico, porta attrezzi shqiperia style”

La Storia delle Yamaha Ténéré

Scrivo quest’articolo più che altro per me. Avevo l’età giusta per apprezzare questo tipo di moto tra gli anni 80 e 90 e ne ho viste diverse, senza stare a badare tanto alle sigle, ai modelli. Non sono moltissimi ma non ho immediatezza nel riconoscerli. Eccoli qui sotto tutti i modelli Z, Tenerè e Super Tenerè.

La tabella è tratta dal gran bel sito tedesco Rallye Tenerè che ci consente di rivivere la storia di queste Yamaha con l’innata capacità suggestiva di portarci direttamente al famoso deserto africano, ai rally, alla Dakar.

A questo link l’intera storia ‘enduro’ delle Yamaha, riassunte nell’immagine che segue. Vi invito vivamente alla visita di questo splendido sito, in tedesco.

L’immagine di copertina di questo articolo ritrae la bellissima Yamaha XT660Z Belgarda Chesterfield di Paolo Maggioni, probabilmente in Marocco