[2014] Il mio secondo Elefantentreffen

Il raduno invernale mi ha sempre trovato perplesso: non ne capivo la motivazione. Fare tanti km in inverno, in moto, potrebbe pure passare, un turismo di nicchia, particolare…Ma partecipare all’Elefantentreffen è puntare dritto o quasi alla meta, una buca tra le colline bavaresi, a pochi km dal confine cecoslovacco. Puntare dritto, dopo aver percorso velocemente l’Italia in autostrada, soggiornato con buona probabilità in Austria, con ripartenza su autobahn tedesca fino a Monaco, piegando a est sino a Deggendorf per poi salire verso Solla. Pur volendo variare, l’ultimo tratto di percorso  sulla cosiddetta “Strada degli elefanti” passando per Rosenheim e Landshut, percorrere campagne ghiacciate e abbastanza monotone, non realizza neanche un po eventuali velleità turistiche.

Si va diretti per partecipare al raduno, forse il più frequentato dei raduni motociclistici invernali, raduno che in un modo o nell’altro, è di fatto un mito. Se ne vale la pena è questione soggettiva. Se ne vale la pena in modo reiterato nel tempo è un po al limite del comprensibile ma siamo sempre nell’ambito delle emozioni che solo un viaggio di questo genere suscita e innesca senza che ci sia un perchè spiegabile.

Il mio primo Elefantentreffen nel 2012 è stata una grande esperienza proprio perchè piena di varianti sul percorso, di gran freddo, di imprevisti del piccolo gruppo con tre mono anni 80/90, della presenza di un veterano come Ferruccio (quarto mono XT 86)…pensavo rimanesse unica. Al 57° neanche pensavo e già meditavo un 2014 al Pinguinos. Saltato quest’ultimo, incasinato con le ferie, l’occasione (la scusa) me l’ha fornita Lucio, ormai solido compagno di motoescursioni che avrebbe sicuramente partecipato con il gruppo Fuorigiri 2001 di Spello. E’ bastata una telefonata due settimane prima è si è innescata la solita ansia da pre partenza, fino al giorno in cui, sono salito a Foligno per poi partire insieme al gruppo il giorno successivo.

Leggi tutto “[2014] Il mio secondo Elefantentreffen”

[2013] Motopomeriggio invernale al campetto da cross ‘der murena’

Dovendo provare a ‘smollare’ un po il mono ammortizzatore del mio Suzuki DR650Rs appena ricostruito in toto, in questo pomeriggio invernale, mi sarebbe bastato fare un giretto intorno casa, magari verso il mare, vista la bella luce e la temperatura mite.

Proprio mentre stavo preparandomi…Trovo indicazioni di un campetto da cross ‘amatoriale’ a 10 minuti da casa mia! Non che non sapessi che quella zona fosse piena di cave, sterrati e fossi, anzi. Tralaltro li in zona è stato girato un film mitico..Troppo forte con Carlo Verdone, la scena indimenticabile “dell’imbuto della morte” con l’antagonista detto ‘Er Murena’

Leggi tutto “[2013] Motopomeriggio invernale al campetto da cross ‘der murena’”

Forcella del Fargno [2013]

Questo giro organizzato dal  gruppo Travelbike ha avuto come meta la forcella del Fargno, sita nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, nel territorio del comune di Ussita.

Percorsa la SS4 via Salaria sino a Rieti, il gruppo si è inerpicato sulle pendici del monte Terminillo, tra gli appennini abruzzesi, passando Leonessa, Cascia e infine Visso, in piena Valnerina e all’interno del parco nazionale dei monti Sibillini, percorrendo strade tortuose considerate tra le più belle del centro Italia.

Da Visso, strade ancor più impervie, costeggiando il lago di Fiastra sino a Bolognola, dove inizia una sterrato di pochi chilometri che sale in vetta, sino a rifugio. Sterrato pietroso in un paesaggio brullo e montano, sferzato dal vento ma dall’incredibile bellezza!

Leggi tutto “Forcella del Fargno [2013]”

[2013] V° ARROSTICINENTREFFEN a Campo Imperatore

Anche quest’anno non potevo mancare all’appuntamentocon l’ARROSTICINENTREFFEN giunto alla quinta edizione.

Qui il (Report della precedente edizione 2012)

Questa volta l’appuntamento è con l’amico Lucio, compagno di diverse scorribande, due tra tutte l’Elefanten treffen e ancora prima la Tunisia.

L’appuntamento -con diluvio- è in quel di Antrodoco. Io decido di passare per il lago del salto, tra i monti. Un delirio di saliscendi, sterrati, buche…il percorso è però bellissimo ed impervio, assolutamente poco frequentato.

Leggi tutto “[2013] V° ARROSTICINENTREFFEN a Campo Imperatore”